La raccolta differenziata sia porta a porta che stradale prevede la separazione dei rifiuti, vediamo come separare bene le frazioni per una buona raccolta differenziata.

Multimateriale

Il colore per la raccolta multimateriale è il giallo. ASMIU sta passando dal vecchio colore identificativo (azzurro) a quello nuovo (giallo). Progressivamente tutti i contenitori del multimateriale presenti sul territorio saranno gialli con etichette esplicative del medesimo colore. Cambia il colore ma la sostanza dei materiali da raccogliere separatamente non cambia.

Come separare gli imballaggi in plastica e in metallo.

  • Lattine in alluminio (ad es. bibite)
  • Barattoli, contenitori e scatolette in banda stagnata per alimenti: (ad es. pelati, tonno, piselli, mais)
  • Tappi e coperchi metallici vuoti
  • Tubetti vuoti (ad es. maionese, lucido per scarpe, dentifricio, ecc.)
  • Barattoli per confezionamento di prodotti vari (ad es. cosmetici, articoli da cancelleria, salviette umide, detersivi)
  • Blister, contenitori rigidi e formati a sagoma (ad es. gusci per giocattoli, articoli da cancelleria, gadget)
  • Bottiglie di acqua minerale, bibite, olio, succhi, latte, etc. (devono essere vuoti e ridotti di volume)
  • Buste e sacchetti per alimenti in genere (ad es. pasta, riso)
  • Contenitori per yogurt, creme di formaggio, dessert
  • Contenitori vari per alimenti per animali
  • Film e pellicole da imballaggio
  • Flaconi per detersivi, saponi, prodotti per l’igiene della casa, della persona, cosmetici, acqua distillata
  • Flaconi/dispensatori sciroppi, creme, salse, yogurt, ecc.
  • Piatti, bicchieri, posate di plastica (senza residui alimentari)
  • Reggette per legatura pacchi
  • Reti per frutta e verdura
  • Vaschette porta uova
  • Vaschette per alimenti, carne e pesce in polistirolo liscio
  • Vaschette/barattoli per gelati anche in polistirolo liscio
  • Tutti gli imballaggi di polistorolo (alimentare e non alimentare)
  • Contenitori di rifiuti pericolosi etichettati T e/o F (ad es. colle, vernici, solventi)
  • Articoli per l’edilizia
  • Barattoli e sacchetti per colle, vernici, solventi
  • Beni durevoli in plastica (ad es. elettrodomestici, articoli casalinghi, complementi d’arredo, ecc.)
  • Bidoni e cestini portarifiuti
  • Canne per irrigazione
  • Contenitori di rifiuti pericolosi – etichettati T e/o F (ad es. colle, vernici e solventi)
  • Custodie per cd, musicassette, videocassette
  • Giocattoli in plastica (senza componenti metalliche e batterie)
  • Posacenere, portamatite, ecc.
  • Qualsiasi manufatto non in plastica
  • Rifiuti ospedalieri (ad es. Siringhe, sacche per plasma, contenitori per liquidi fisiologici e per emodialisi)

Carta, cartone e tetrapak

Il colore per la raccolta carta è il blu. ASMIU sta passando dal vecchio colore identificativo (giallo) a quello nuovo (BLU). Progressivamente tutti i contenitori del rifiuto cartaceo presenti sul territorio saranno blu con etichette esplicative del medesimo colore. Cambia il colore ma la sostanza dei materiali da raccogliere separatamente non cambia.

Come separare carta, cartone e Tetra Pak.

  • Giornali, riviste e fumetti
  • Volantini, depliantes, opuscoli
  • Agende
  • Calendari
  • Contenitori della pizza privi di residui di cibo significativi
  • Contenitori in tetrapak per bevande, succhi di frutta, vino, panna, etc. (devono essere vuoti, sciacquati e appiattiti)
  • Confezioni in cartoncino (es.:pasta, riso, medicinali, dentifricio, etc.)
  • Libri (prima di gettare un libro, pensa se può interessare a qualcuno)
  • Quaderni e album da disegno
  • Pacchi, pacchetti e scatole in cartone (appiattiti)
  • Sacchetti di carta
    • Carta con residui di colla o altre sostanze
    • Carta da forno
    • Carta oleata
    • Copertine plastificate
    • Carta chimica (scontrini fiscali)
    • Carta carbone
    • Fazzoletti e tovaglioli sporchi (vanno nell’organico!)

Organico

Il colore per la raccolta organico è il marrone.

  • Alimenti scaduti – privi del contenitore (ad es. yogurt, stracchino, frutta, verdura, ecc.)
  • Avanzi di cibo crudi o cotti (ad es. pasta, riso, carne, pesce, bucce di formaggio, piccoli ossi)
  • Cenere spenta del caminetto
  • Cialde di caffè, tè, camomilla con filtro in carta
  • Fondi di caffè
  • Residui di frutta e ortaggi (ad es. torsoli, bucce noccioli e gusci)
  • Tappi di sughero
  • Tovaglioli e fazzoletti sporchi
  • gusci di uova
  • Plastica
  • Vetro
  • Gusci dei molluschi e residui dei crostacei (ad es. astice, aragoste, cozze, gamberi, ostriche, vongole)
  • Capelli e unghie e residui da spazzatura domestica e aspirapolvere
  • Metalli
  • Residui di olii e grassi alimentari
  • Tessuti

Vetro

Il colore per la raccolta vetro è il verde.

  • Bottiglie
  • Vasetti
  • Flaconi
  • Cristallo (bicchieri, vasi etc..)
  • Pirex (pirofile da forno etc..)
  • Ceramica e Porcellana (piatti, tazzine, stovigle etc..)
  • Specchi
  • Vetri per finestre e vetri piani in generale
  • Lampadine e tubi al neon

Rifiuto urbano residuo

Il RUR (Rifiuto Urbano Residuo) è la frazione secca di rifiuto indifferenziato non riciclabile.

  • Penne, pennarelli e righello
  • Carta da forno o plastificata
  • Carta termica (scontrini etc..)
  • Bastoncini per le orecchie
  • Rasoi e spazzolini in plastica
  • Pannoloni, pannolini e assorbenti
  • Residui da spazzatura domestica
  • Sacchi aspirapolvere
  • Spugnette e spugne sintetiche
  • Bacinella e utensili per cucina
  • CD e custodie
  • Siringhe e rifiuti sanitari domestici
  • Piccoli giocattoli e soprammobili
  • Mozziconi di sigaretta

Tutto ciò che può essere riciclabile non deve essere inserito nel sacco del rur, in caso contrario i sacchetti non verranno ritirati.